Propoli, l’antibatterico naturle delle api

La propoli è considerata un antibatterico tra i più forti presenti in natura, viene prodotta dalle api. Viene utilizzata per curare il raffreddore, l’asma e le varie forme influenzali tipiche dei mesi freddi e, inoltre, risulta essere d’aiuto per il sistema immunitario. In questo articolo andremo ad analizzare caratteristiche e proprietà della propoli.

Propoli: cos’è?

La propoli è formata da una resina, raccolta dalle api dalle gemme e dalla corteccia di specifici alberi (in particolare pioppo, abete, olmo e betulla), mischiata con saliva, cera e polline.
Il nome deriva dalla sua funzione all’interno dell’alveare: essendo un antibatterico naturale molto potente, la propoli viene utilizzata dalle api per far si che la loro casa non venga attaccata da malattie o predatori; a questo scopo, lo strato più esterno di un alveare è ricoperto di propoli.
E quindi, in base a questa azione di difesa della città delle api”, Plinio il Vecchio (all’interno del trattato Naturalis Historia) denominò questa sostanza propoli: dal greco, pro (davanti) e polis (città) e cioè “davanti alla città”.

Propoli: caratteristiche nutrizionali

La propoli presenta un apporto calorico molto basso (15 kcal per ogni 100 grammi di prodotto) ed è composta, per la percentuale maggiore, da resine, balsami e cere.
Altre sostanze presenti nella propoli sono acidi aromatici, polline, oli essenziali e sostanze organiche vegetali e minerali.
Rappresenta una buona fonte di flavonoidi e polifenoli, sali minerali (ferro, calcio, rame e manganese) e di vitamine del gruppo B.

Propoli: benefici

La propoli è considerata un alleato prezioso per la salute umana in quanto la sua azione risulta essere benefica in più di una situazione. Di seguito i benefici della propoli:

  • Antinfiammatorio: grazie alla presenza di acido caffeico e flavonoidi, utile in caso di asma.
  • Antivirale: è considerata tra i più potenti antibatterici naturali
  • Cicatrizzante: utilizzata per curare bruciature, irritazioni e inestetismi della pelle come brufoli
  • Antimicotica: cura e previene i funghi della pelle e delle unghie
  • Immunostimolante: ottimizza e stimola il sistema immunitario
  • Decongestionante: utilizzata per curare gengiviti (in soluzione glicolica) e ascessi dentali
  • Antinfluenzale: allevia i sintomi della gola infiammata e cura raffreddori e influenze.

Inoltre, la propoli può essere utilizzata anche per la cura della laringite di cani e gatti domestici.

Propoli: dove acquistarla e come assumerla?

La propoli pura può essere acquistata presso gli apicultori mentre, nella comune catena di distribuzione fisica, è possibile acquistarla in farmacia o in erboristeria.
Si consiglia di acquistare prodotti senza coloranti, con una bassa percentuale di alcol e una percentuale di materia prima (propoli) maggiore del 50%.
Può essere reperita in vari formati ed ognuno di questi presenta un dosaggio specifico:

  • Estratto idroalcolico spray (tintura madre): massimo 40 gocce diluite in acqua, al giorno.
  • Estratto secco: 2 capsule da 200mg per un massimo di 3 volte al giorno.
  • Tavolette masticabili: massimo 3 volte al giorno.

Inoltre, in commercio, esistono saponi, creme, unguenti, burrocacao e pomate a base di propoli, tutti prodotti molto utili per rigenerare e ringiovanire la pelle.

Propoli: controindicazioni

Si sconsiglia l’assunzione di propoli durante la gravidanza, l’allattamento e nei bambini sotto i 3 anni.
Per tutti gli altri casi si raccomanda di rispettare i dosaggi (riportati nel foglio illustrativo) in modo da evitare l’insorgere di possibili effetti collaterali come proplemi gastrointestinali, sfochi cutanei ed affezioni del cavo orale.
In caso di altri tipi di reazioni allergiche alla propoli si raccomanda di sospenderne l’assunzione e rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Annunci sponsorizzati