Gli spinaci: caratteristiche e proprietà

spinaci_proprietà

Gli spinaci (nome scientifico Spinacia oleracea) sono vegetali appartenenti alla famiglia delle Chenopodiaceae, ampiamente utilizzati nelle cucine. In questo articolo andremo ad analizzare proprietà e benefici degli spinaci.

Spinaci: caratteristiche generali

Gli spinaci, molto famosi nelle cucine, vengono classificati come Ortaggi e Frutti Fonti di Vitamina A (VI gruppo fondamentale) e considerati alimenti altamente benefici: famoso è il personaggio dei cartoni animati, Braccio di Ferro, che li utilizzava per acquistare forza ed energia all’istante.
Gli arabi, per sottolinearne le caratteristiche, lo definivano “il re degli ortaggi”.
Possono essere consumati crudi in insalata, lessati o saltati in padella e ricoprono principalmente il ruolo di contorno, anche se vengono utilizzati anche nella preparazione di primi e secondi piatti, come per esempio i ravioli con ripieno di spinaci o le farciture per involtini di carne o arrosti.
Nell’industria alimentare vengono fatti seccare e sfarinati per ricavarne la “farina di spinaci”.

Spinaci: caratteristiche nutrizionali

Gli spinaci sono vegetali con un apporto calorico di 23 kcal per ogni 100 grammi di prodotto e contengono al loro interno:

  • Acqua
  • Carboidrati
  • Fibre alimentari
  • Grassi
  • Proteine
  • Vitamine: Vitamina A, vitamine del gruppo B (Tiamina o B1, Riboflavina o B2, Niacina o PP o B3, Acido pantotenico o B5, Piridossina o B6) Acido folico, Acido Ascorbico o C, Vitamina D, Alfa-tocoferolo o E, Vitamina K
  • Sali Minerali: Calcio, Ferro, Magnesio, Manganese, Fosforo, Potassio, Sodio, Zinco

Spinaci: proprietà

L’energia fornita dagli spinaci deriva da carboidrati, proteine e piccole quantità di grassi. Gli zuccheri sono prevalentemente semplici, la quantità di fibre è molto alta ed il colesterolo è completamente assente.
Vitamine (sia liposolubili che idrosolubili) e Sali Minerali sono i due principi nutritivi maggiormente presenti.
La maggiore proprietà curativa degli spinaci è quella antiossidante (azione delle vitamine) e, per questo motivo, sono ritenuti particolarmente adatti a:

  • Preservare la salute degli occhi
  • Trattare l’arteriosclerosi
  • Aiutare le gestanti
  • Svolgere un’azione protettiva nei confronti delle patologie coronariche

Spinaci: meglio crudi o cotti?

Per non alterarne le qualità (soprattutto il contenuto di acido ascorbico), gli spinaci dovrebbero essere mangiati crudi.
Se proprio si vuole consumarli cotti, si consiglia di procedere con la cottura a vapore e con l’aggiunta di qualche goccia di limone, per ripristinare la vitamina C andata persa.

Spinaci: controindicazioni

Pur essendo ricchi di moltissimi principi nutritivi (soprattutto Vitamine e Sali Minerali), gli spinaci contengono gli ossalati, sostanze antinutrienti che limitano in maniera significativa la biodisponibilità dei minerali (ferro, calcio, magnesio), tanto che per assorbire la stessa quantità di ferro assimilabile da 100 grammi di carne, bisogna mangiare più di un chilogrammo di spinaci (vale lo stesso per magnesio e calcio)
Gli ossalati sono inoltre pericolosi (e sconsigliati) in presenza di:

  • Reumatismi, anche lievi
  • Litiasi renale (a meno che non accompagnati da quantità abbondanti di liquidi
  • Osteoporosi
  • Fratture ossea, in quanto l’acido ossalico riduce fortemente anche l’assorbimento di calcio

** Le notizie riportate in questa pagina sono informative e non sostituiscono in alcun modo l'opinione degli esperti. I risultati possono variare secondo le particolarità di ciascun organismo.

Annunci sponsorizzati