La dieta Feng Shui: dimagrire attraverso l’equilibrio

feng shui

Il Feng Shui (traducibile in “vento-acqua”) è una filosofia cinese che si prefigge lo scopo di entrare in armonia con l’ambiente circostante. Il Feng Shui si occupa di come l’ambiente e l’architettura possano influenzare l’umore e le azioni umane. In questo articolo andremo ad introdurre alcuni principi della dieta Feng Shui, da non prendere assolutamente come regole ufficiali ma semplicemente come suggerimenti per iniziare a conoscere questo mondo tanto affascinante quanto sconosciuto.

Dieta Feng Shui: cos’è?

La dieta Feng Shui, promuovendo il benessere psicofico attraverso la scelta di forme, colori e materiali e particolari accorgimenti per quanto riguarda il comportamento, risulta essere un buon metodo per dimagrire: attraverso la collocazione di forme e colori secondo canoni precisi, si induce infatti la persona ad assorbire energia positiva (qi) e, nel caso specifico della dieta, ad avere un rapporto corretto con il cibo e con il controllo dell’appetito.

Dieta Feng Shui: alcuni principi

Di seguito alcuni principi sui quali si basa la Dieta Feng Shui

  • Colore blu: mangiare all’interno di piatti blu rallenta la masticazione e altri processi legati all’abbassamento della pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. Dati confermati statisticamente.
  • Ordine: essere ordinati è necessario per predisporsi ad incamerare energia positiva del qi; è importante a tal proposito mantenere in ordine la cucina liberandola da qualunque avanzo e cibo semiconsumato (compresi i cibi secchi in sacchetto se aperti da lungo tempo). Allo stesso modo si dovrà procedere per ogni altra stanza della casa, in modo da slegarsi da tutto ciò che ci riporta con la mente alla nostra condizione attuale insoddisfacente (altrimenti, se fossimo stati soddisfatti, non avremmo deciso di cambiare)
  • Specchi: avere molti specchi in casa rafforza la determinazione e l’autostima.
  • Evitare il rosso: il rosso stimola l’appetito perchè inconsciamente ci porta in un clima di passione e festa.
  • Importanza del pasto: il pasto deve essere un momento importante della giornata e, per questo, va rispettato e non deve essere consumato in maniera sbrigativa e frugale.

Dieta Feng Shui: consigli utili

Altri consigli utili per mettere in atto la dieta del Feng Shui possono essere:

  • Recipienti quadrati: la forma quadrata trasmette soddisfazione e quindi sazietà, quella circolare stimola la curiosità e quindi l’appetito.
  • Numeri pari: i numeri portano tranquillità e rilassamento (numero pari di tovaglie, coperti e sedie)
  • Mangiare lentamente: mangiando lentamente si dà il tempo al nostro corpo di attivare lo stimolo della sazietà.
  • Porzioni ridotte: per confondere la mente si consiglia l’utilizzo di stoviglie più piccole.
  • Cucinare: secondo il feng shui cucinare favorisce la prosperità finanziaria.
  • Pasti unici bilanciati: per esempio, 2/3 del piatto con carne, frutta e verdura e 1/3 con carboidrati.

Dieta Feng Shui: controindicazioni

Pur non avendo nessuna validità scientifica, le statistiche affermano che la dieta feng shui sia efficace e non comporti nessuna controindicazione.

Per chi volesse approfondire l’argomento consigliamo la lettura di questo manuale:

Kam Chuen Lam, Kai Sin Lam
Prezzo: EUR 21,59
Acquista su Amazon

Annunci sponsorizzati