L’orto verticale: cos’è e come realizzarlo

orto verticale

Vuoi realizzare un orto verticale ma non sai come fare? Questo articolo fa al tuo caso: andremo ad illustrare tutti i passaggi necessari per costruire il proprio orto verticale.

Cos’è un orto verticale

É risaputo che in città il problema dello spazio può scoraggiare chiunque dal coltivare in casa i propri ortaggi e la propria verdura. Per ovviare a questo problema è stato inventato l’orto verticale: in questo modo non si avrà più la necessità di ampi spazi per poggiare i vasi ma, essendo le coltivazioni disposte, appunto, in verticale, basterà il nostro balcone o la nostra terrazza e un paio di accorgimenti che andremo ad analizzare durante l’articolo.

Attrezzatura necessaria

La gestione di piccolo orto verticale prevede la presenza di pochi attrezzi e nello specifico:

  • Innaffiatoio
  • Paletta in ferro, per smuovere il terreno
  • Rastrelletto in ferro
  • Vasi oppure altro tipo di contenitore a scelta

Le possibili soluzioni

Come realizzare il proprio orto verticale? In questo paragrafo analizzeremo le possibili soluzioni per costruire e far rendere al meglio il nostro orto verticale.
Ad ogni modo, si consiglia di fissare al muro l’orto verticale per avere stabilità e poter lavorare al meglio.
Andiamo a vedere come fare.

Scaffali

Il primo modo di realizzare un orto verticale è quello di utilizzare degli scaffali sui quali coltivare gli ortaggi.
É molto importante esporre l’orto al sole, mettere il sottovaso per ogni contenitore e utilizzare teli per evitare che gli agenti atmosferici danneggino le coltivazioni.

Bottiglie in plastica

Si utilizzano bottiglie o contenitori di plastica, con all’interno del terriccio, disposti in verticale su più file. È molto importante mantenere una certa distanza tra le piante. Per irrigare questo orto verticale basta dare acqua ai vasi in cima e aspettare che questa entri, attraverso i fori di uscita, anche nelle piante disposte in vasi sottostanti (risparmiando così notevoli quantità d’acqua, oltre che lo spazio).

Pallet o bancali

Molto utilizzati sono anche i bancali o pallet in legno, reperibili ovunque, per disporre le nostre coltivazioni. Si dice che questo metodo sia stato ideato e diffuso da Fern Richardson, nota esperta di giardinaggio americana.

Contenitori già predisposti

Esistono in commercio soluzioni già predisposte per realizzare un orto verticale in casa.

Gli ortaggi da scegliere

È importante scegliere anche le tipologie di ortaggi più adatte a questo tipo di coltivazione particolare. L’idea è quella di scegliere ortaggi che non crescano in altezza e che non raggiungano estensioni enormi.
Gli ortaggi rampicanti (pomodori, zucche e zucchine) vanno disposti in modo da non ostacolare la crescita di altri ortaggi e non provocarne l’ombreggiamento.
Gli ortaggi perenni sono da escludere perchè necessitano di troppo spazio. Esclusi i due casi appena citati ogni altro tipo di coltivazione è adatta al nostro orto verticale.

Annunci sponsorizzati