I 7 cibi che non scadono

cibi che non scadono

Esistono cibi che, se conservati in maniera adeguata, possono mantenersi intatti a lungo e scongiurare il problema della scadenza. In questo articolo andremo ad analizzare i 7 alimenti che non scadono e non perdono le proprie proprietà organolettiche nel tempo.

Cioccolato fondente

Il cioccolato fondente può essere conservato per più di 2 anni mantenendo intatte le sue proprietà. La capacità del cioccolato fondente di mantenersi nel tempo è dovuta al “temperaggio” e cioè il particolare processo lavorativo che permette la formazione di cristalli di burro di cacao, i principali responsabili della resistenza in termini di croccantezza e gusto.
La patina bianca, che si forma col tempo, non fa male e non rovina il cioccolato ma, se se ne vuole evitare la comparsa, si suggerisce di conservare il cioccolato al di sotto dei 20°, in un ambiente fresco e asciutto.

Sale

Il sale può essere conservato per molti anni grazie alla sua capacità di assorbire acqua (proprietà igroscopica) ma soprattutto grazie alla sua aggressività nei confronti dei batteri. Per conservare in maniera ottimale il sale, si consiglia di aggiungere qualche chicco di riso in modo da assorbirne l’umidità in maniera totale, rendendo così possibile la conservazione per lunghi periodi di tempo.

Zucchero

Anche lo zucchero, come il sale, assorbe acqua e rende difficile la moltiplicazione dei batteri all’interno di esso ed è quindi è da considerare un conservante naturale (utilizzato per la conservazione di confetture, marmellate e frutta sciroppata). Per evitare che si indurisca col tempo si suggerisce di conservare lo zucchero in un luogo fresco e asciutto.

Riso

Il riso, sigillato ermeticamente e conservato in un luogo fresco e asciutto, può conservare le sue proprietà per anni (a basse temperature può durare fino a 30 anni). Bisogna far attenzione a possibili incursioni di insetti. Fa eccezione il riso integrale che a causa della crusca ricca di grassi insaturi, tende a rovinarsi in brevi periodi.

Legumi

I legumi secchi sono stati completamente disidratati (essiccazione) e quindi non sono attaccabili da muffe e batteri. La mancanza di acqua inoltre inibisce gli enzimi responsabili dell’apertura del seme. Per far si che si mantengano il più a lungo possibile e mantengano invariate le loro proprietà, i legumi vanno conservati in un luogo fresco, asciutto e buio.

Rosanna Passione and I RICETTARI A COLORI
EUR 13,00
EUR 1,95
Prezzo: EUR 11,05
Acquista su Amazon

Aceto di vino

L’aceto di vino è un alimento con un’acidità molto elevata e può essere conservato per molto tempo in quanto contiene i batteri del genere Acerobacter che, grazie ad un processo di ossidazione, impediscono ad altri batteri di svilupparsi e moltiplicarsi. Conservato in un luogo buio e asciutto e chiuso in maniera ermetica l’aceto, al netto di cambiamento di colore, mantiene intatte le proprie proprietà nel corso degli anni.

Miele

La scarsa percentuale di acqua, unita all’alta quantità di zucchero, fanno si che il miele sia uno degli alimenti meno propensi a rovinarsi e perdere le sue caratteristiche nutrizionali e le sue proprietà curative nel corso del tempo. L’unico effetto che potrebbe verificarsi è un cambiamento di colore e consistenza. Una volta aperto è bene conservarlo ben chiuso in un luogo asciutto e lontano da fonti luminose.

Annunci sponsorizzati


Scrivi tu il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.