L’ Ananas: proprietà, benefici e controindicazioni

ananas

L’ananas (detta anche ananasso), è un frutto esotico dal caratteristico gusto dolce e rinfrescante. In questo articolo andremo ad analizzare le proprietà, i benefici e le controindicazioni dell’ananas.

Ananas: la pianta

Appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae, proveniente dal Sud America (portata in Europa da Colombo). La pianta dell’ananas presenta foglie lunghe, dure e seghettate, disposte a rosone, dal cui centro emerge il fiore. Ogni pianta impiega 18 mesi per produrre un singolo frutto, quello che poi sarà destinato all’utilizzo alimentare.

Ananas: i principi nutritivi

Di seguito la lista dei principi nutritivi contenuti nell’ananas, ricordando che il suo apporto calorico è di 50 calorie per 100 grammi di prodotto:

Ananas: le proprietà benefiche

Di seguito la lista delle numerosissime proprietà benefiche dell’ananas:

  • Digestive: la bromelina ottimizza la digestione delle proteine
  • Antinfiammatorie: la bromelina allevia traumi ed edemi e combatte i dolori dell’artrite
  • Diuretiche: utilizzata per contrastare cellulite e ritenzione idrica
  • Antiossidanti: utilizzata come aiuto per prevenire l’invecchiamento precoce e per la cura della pelle in generale
  • Antisclerotiche: contrasta la formazione di coaguli nel sangue
  • Dimagranti: la bromelina stimola e ottimizza il metabolismo, riuscendo in questo modo a bruciare quantità maggiori di grassi
  • Ipotensive: grazie alla abbondante presenza di potassio è un alleato per contrastare la pressione alta
  • Depurative: aiuta fegato e reni.
  • Decongestionanti: utilizzata per decongestionare le vie respiratorie
  • Immunomodulante: la bromelina modula la risposta immunitaria
  • Lassative: grazie alle fibre alimentari combatte la stitichezza
  • Anticolesterolemiche: aiuta a ridurre il colesterolo
  • Antinfluenzali: grazie alla vitamina C, si rivela essere un ottimo alleato contro le influenze stagionali

Ananas: controindicazioni

L’ananas è sconsigliata in presenza di farmaci coagulanti, di problemi all’apparato digerente (ulcere o gastriti), di emofilia e di allergie riguardanti l’apparato respiratorie. Se ne sconsiglia inoltre l’utilizzo in gravidanza e, in particolar modo, durante l’allattamento in quanto può causare allergie nel neonato.
Infine alte dosi di bromelina possono causare orticaria, dissenteria e vomito.

Condividi l'articolo

* Le informazioni contenute in questo sito web sono a scopo informativo. In nessun caso possono sotituire la diagnosi di uno specialista o la prescrizione del medico. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.
N.B. I risultati possono variare da persona a persona e non sono garantiti.

 

Annunci sponsorizzati


Scrivi tu il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*