La liquirizia: proprietà e benefici

liquirizia

La liquirizia (scientificamente Glycyrrhiza glabra) è una pianta perenne della famiglia delle Leguminosae. Trova largo impiego come digestivo, espettorante e antinfiammatorio e viene utilizzata per curare tosse e mal di gola oltre che per combattere l’acidità di stomaco. Andiamo ad analizzarne in maniera più dettagliata le caratteristiche principali.

Liquirizia: come si presenta?

La liquirizia, come già detto, è una pianta erbacea della famiglia delle Leguminosae e con lo stesso nome viene chiamato il suo estratto vegetale (ottenuto facendo bollire le radici). In commercio possiamo trovarla sotto forma di bastoncini da masticare, sminuzzata (per tisane e infusi), in caramelle a base di estratto, in polvere e in succo.

Liquirizia: caratteristiche nutrizionali

La liquirizia presenta un buon apporto calorico (375 kcal ogni 100 g) e contiene al suo interno:

Liquirizia: proprietà e benefici

Utilizzata fin dall’antichità (nominata addirittura nel primo erbario della medicina tradizionale cinese), la liquirizia trova presenta numerosi benefici per quanto riguarda la nostra salute.
Nello specifico è usata per trattare:

  • Tosse e mal di gola
  • Catarro
  • Cervicale
  • Acidità di stomaco
  • Intossicazioni alimentari
  • Disturbi al fegato
  • Pressione bassa (da consumare con moderazione)

Inoltre viene utilizzata come:

  • Digestivo
  • Diuretico
  • Antinfiammatorio
  • Espettorante
  • Protezione per l’intestino
  • Lassativo (azione leggera)
  • Dissetante: il popolo nomade degli Sciti utilizzava la liquirizia per combattere la sete durante i lunghi spostamenti, riuscendo a trarre beneficio dall’azione rinfrescante di questa radice.

Liquirizia: vari modi di usarla

  • Infuso: usato soprattutto per combattere mal di gola e tosse. Per prepararlo basta lasciare in infusione per alcuni minuti 2g di liquirizia in acuq bollente.
  • Tintura: da utilizzare dopo i pasti per facilitare la digestione, ne basta un cucchiaino. Per preparare la tintura di liquirizia fatta in casa basta lasciare in macerazione per 2 settimane 20 gr di radici in 100 ml di alcool a 20°.
  • Bastoncino di radice: utilizzato per combattere infiammazioni delle gengive, mal di gola e alitosi.
  • Prodotti a base di liquirizia: utilizzati per sfruttare le proprietà antinfiammatorie e cicatrizzanti della pianta, per trattare soprattutto le infiammazioni cutanee come eczema, psoriasi, herpes e dermatiti).

Esistono infine prodotti a base di liquirizia ideali per il trattamento delle pelli sensibili, capaci di svolgere un’ azione protettiva, lenitiva e antibatterica.

Controindicazioni

A dosi elevate può provocare mal di testa, gonfiori (soprattutto a viso e caviglie) e ritenzione idrica. Inoltre se ne sconsiglia l’uso in caso di insufficienza renale, sovrappeso, ipertensione arteriosa.
Può interagire negativamente con alcuni farmaci lassativi.

Condividi l'articolo

* Le informazioni contenute in questo sito web sono a scopo informativo. In nessun caso possono sotituire la diagnosi di uno specialista o la prescrizione del medico. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.
N.B. I risultati possono variare da persona a persona e non sono garantiti.

 

Annunci sponsorizzati


1 Trackback / Pingback

  1. Come pulire i polmoni dal fumo di sigarette - Calcolo Peso Forma

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*