L’alluce valgo

alluce valgo

L’alluce valgo è una deformazione del piede che si ha quando l’alluce non è parallelo alle altre dita: il primo dito del piede è infatti inclinato lateralmente verso le altre dita e questo determina la sporgenza ossea al lato del piede, la cosiddetta cipolla. Si tratta di una patologia che può affliggere chiunque ma solitamente è più comune nel sesso femminile e che tende a comparire in età matura. Le cause sono da ricercare nell’infiammazione della borsa mucosa che si trova sotto l’alluce spesso.

I sintomi

Il sintomo principale dell’alluce valgo è il dolore dovuto al cambiamento della conformazione fisica del piede. La cipolla laterale che fuoriesce inoltre tende a far aumentare ulteriormente il dolore a causa dello sfregamento con le calzature. In presenza di sintomi evidenti è bene contattare il proprio medico di fiducia per scongiurare i successivi e sicuri peggioramenti. Nei casi più estremi si arriva alla totale trasformazione dell’allineamento delle ossa del piede.
I sintomi dell’alluce valgo possono essere diversi e, nello specifico

  • Dolore, come già detto
  • Arrossamento e gonfiore del piede
  • Ispessimento della pelle con comparsa di un grosso callo
  • Disallineamento della struttura ossea del piede
  • Difficoltà a camminare causate dal dolore

Questi sintomi nei casi più gravi possono interessare anche le dita vicine.

Le cause

Le cause dell’alluce valgo possono essere:

  • Congenite: la probabilità di sviluppare l’alluce valgo aumenta nelle persone che presentano alterazioni del piede fin dalla nascita. Inoltre sembrerebbe che esistano anche fattori ereditari correlati alla comparsa dell’alluce valgo.
  • Acquisite: causate da calzature inadeguate o da patologie ossee come l’artrite reumatoide.

Altre possibili cause dell’alluce valgo sono:

  • La lunghezza del primo metatarso
  • La non ottimale mobilità delle articolazioni dei piedi
  • La bassa tonicità muscolare
  • Alcune patologie neuromuscolari e del tessuto connettivo come la sindrome di Marfan

Le conseguenze

Le varie conseguenze dell’alluce valgo possono essere:

  • Dolore
  • Infiammazione
  • Lesioni ossee
  • Ulcerazioni
  • Callosità
  • Perdita parziale della funzionalità del piede, nei casi più gravi

La diagnosi

Solitamente per fare una corretta diagnosi dell’alluce valgo basta l’osservazione da parte di un dottore, che comunque può avvalersi degli strumenti del mestiere per comprovarla, quali ad esempio la radiografia.

Come trattare l’alluce valgo?

Di seguito una serie di suggerimenti utili per convivere e trattare questa fastidiosa patologia:

  • Evitare di stare in piedi per lungo tempo
  • Utilizzare impacchi di ghiaccio per alleviare il dolore
  • Indossare sempre calzature adeguate e comode
  • Utilizzare i plantari
  • Ricorrere a trattamenti fisioterapici
  • Utilizzare farmaci antinfiammatori, sotto prescrizione medica.
  • Ricorrere ad una terapia iniettiva a base di corticosteroidi, sempre dopo consulto medico

In caso poi il problema si presentasse in forma grave e pericolosa si può ricorrere alla chirurgia per restituire all’alluce la sua posizione anatomicamente corretta.

La prevenzione

Il modo migliore per prevenire l’alluce valgo è quello di indossare sempre calzature comode e non troppo strette.

Condividi l'articolo

* Le informazioni contenute in questo sito web sono a scopo informativo. In nessun caso possono sotituire la diagnosi di uno specialista o la prescrizione del medico. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.
N.B. I risultati possono variare da persona a persona e non sono garantiti.

 

Annunci sponsorizzati


Scrivi tu il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*