La febbre: cause, sintomi e rimedi naturali

febbre

La febbre è un disturbo corporeo che insorge quando la temperatura corporea sale sopra ai 37°C: soventemente si manifesta accompagnata da brividi di freddo e una sensazione di stanchezza e di poca energia fisica. In questo articolo andremo ad analizzare quali sono le possibili cause, quali i sintomi e quali i possibili rimedi naturali riguardo alla febbre.

La febbre: i sintomi

Come già accennato la febbre è sempre accompagnata da una forte sintomatologia. Nello specifico possiamo riscontrare i seguenti sintomi legati ad una condizione di innalzamento della temperatura corporea:

  • Brividi
  • Improvvisi microspalmi muscolari
  • Stanchezza generale
  • Senso di freddo
  • Mal di testa
  • Gola irritata.

La febbre: le cause

L’innalzamento della temperatura corporea (dovuto all’attività del termostato ipotalamico, l’area del cervello che ha il compito di regolare la temperatura corporea) ha uno scopo ben preciso: impedire la proliferazione dei virus e dei batteri, quando quest’ultima si presenta in forma superiore alla media.
Le possibili cause scatenanti possono essere:

  • Infezioni batteriche o virali (come già detto)
  • Elevata esposizione al sole
  • Affaticamento muscolare
  • Disfunzioni del metabolismo
  • Intossicazioni alimentari

La febbre: cosa mangiare

L’alimentazione in caso di febbre deve essere ricca di alimenti dalle proprietà antibatteriche e antivirali in modo da aiutare il nostro organismo a combattere questi agenti patogeni e curare di conseguenza l’innalzamento della temperatura.
Gli alimenti più indicati in caso di febbre sono i seguenti:

  • Aglio: molto utile è mangiare l’aglio crudo, magari spalmato sul pane abbrustolito in modo da poterne trarre tutti i benefici dell’allicina.
  • Cipolla
  • Peperoncino
  • Chiodi di garofano
  • Vin brulé: con chiodi di garofano, potente battericida ed antibiotico e antivirale.
  • Decotto aglio e limone: usato sia come cura che come prevenzione.

Inoltre è molto utile utilizzare i Fiori di Bach per riequilibrare il sistema immunitario stravolto dall’infezione e dalla temperatura corporea elevata.

La febbre: gli oli essenziali

Gli oli essenziali più adatti in caso di febbre sono:

  • Olio essenziale di tea tree: antibatterico, antivirale e antimicotico, molto utilizzato per curare le vie respiratorie in caso faringiti e tonsilliti, febbre, bronchiti, raffreddore, mal di gola, cistite, candidosi e herpes.
  • Olio essenziale di timo: utilizzato per trattare le infezioni batteriche dell’intestino e delle vie urinarie oltre che per curare i disturbi riguardanti il sistema respiratorio e l’intestino, tutti possibili effetti collaterali della febbre.
  • Olio essenziale di cajeput: battericida rispetto ad alcuni virus responsabili della febbre, delle patologie del sistema respiratorio e del sistema urogenitale
  • Olio essenziale di bergamotto: dalle spiccate proprietà antipiretiche.

Importanza del riposo e del movimento

Il riposo, specialmente in casi di febbre è molto alta, è una priorità in quanto il corpo si sta autocurando e non bisogna stancarlo ulteriormente. Riposarsi è inoltre utile per alleviare i sintomi dei dolori che la febbre causa a livello di muscoli e ossa.
Detto questo bisogna anche dire che un esercizio moderato può portare benefici in quanto la sudorazione aiuta a smaltire tossine: uno studio americano, condotto da un allenatore di una squadra universitaria, Thomas Weidner, ha dimostrato statisticamente di come i suoi atleti riuscissero ad alleviare i disturbi della febbre con una corsetta leggera di soli 15 minuti.

Idroterapia

In caso di febbre, soprattutto per contrastare naturalmente i sintomi dell’innalzamento della temperatura corporea, è molto utile seguire gli insegnamenti di Sebastian Kneipp  (abate tedesco, inventore dell’idroterapia) in materia di idroterapia: per metterla in atto bisognerà solamente fare delle spugnature fredde per mezzo di una pezza immersa nell’acqua gelida e, al contempo, frizionare il cuoio capelluto sotto l’acqua fredda.

Annunci sponsorizzati