Dieta Sirt, dimagrire senza soffrire la fame

dieta Sirt

La Dieta Sirt è un regime alimentare pensato dai nutrizionisti inglesi Aidan Goggins e Glen Matten ed esposto nel libro Sirt, la dieta del gene magro, famoso in tutto il mondo per il fatto di essere stato praticato da personaggi famosi come la cantante Adele (30 kg in un anno) e Pippa Middleton . La dieta è basata su un recente studio riguardante un particolare gruppo di geni, le sirtuine, che sono in grado di regolare il metabolismo, ottimizzare la capacità di bruciare i grassi e aiutare a mantenere, di conseguenza, in buona salute.

Dieta Sirt: caratteristiche fondamentali

Secondo la dieta Sirt, per dimagrire, bisogna soltanto evitare alcuni alimenti in favore di altri per far sì che si riesca ad attivare il gene della magrezza: alcuni alimenti fanno si che il corpo inibisca il deposito di grasso, predisponendosi così a perdere peso.
Il suo nome deriva dal gene Sirt1 (comunemente detto “gene magro”) e si basa principalmente sull’assunzione delle sirtuine, sostanze nutritive capaci di contrastare il deposito di grasso (particolarmente su pancia e fianchi) e quindi di aiutare a dimagrire più facilmente.
Il presupposto fondamentale della dieta Sirt è l’apporto di alcuni cibi contengono o interagiscono con particolari proteine, le sirtuine appunto , capaci di attivare il metabolismo.

Le proteine sirturine

Le sirturine sono proteine in grado aumentare la capacità di bruciare i grassi, di influenzare l’umore e di essere un valido alleato alla longevità.
Per attivare i geni di queste proteine però si deve unire all’esercizio fisico costante, un impegnativo digiuno alimentare, oppure semplicemente praticare un’alimentazione basata sui cibi Sirt, alimenti in grado di riprodurre gli effetti del digiuno e degli allenamenti, per quanto riguarda l’attivazione del metabolismo.

Dieta Sirt: gli alimenti

Di seguito una lista di alimenti (cibi Sirt) ideali per la dieta Sirt, grazie al loro contenuto di proteine sirturine:

  • Cacao: utilizzato all’interno di questo regime alimentare per sfruttarne la sua azione antiossidante.
  • Caffè: in grado di attivare le sirtuine.
  • Cipolla rossa: usata per sfruttare le qualità benefiche della quercitina, in essa contenuta.
  • Curcuma: riduce il colesterolo e aiuta a mantenere in equilibrio i livelli di zucchero nel sangue.
  • Fragole: riducono la richiesta di insulina e aiutano il corpo a trasformare il cibo in energia.
  • Peperoncino: aiuta il corpo a bruciare meglio i grassi grazie al suo contenuto di sirtuina.
  • Succhi verdi: succhi a base di cavolo riccio, rucola, prezzemolo, sedano, mela, limone e tè verde matcha
  • Tè verde: aiuta il corpo a bruciare i grassi e, se bevuto con il limone, ottimizza l’assorbimento delle proteine sirtuine.
  • Vino rosso: bevuto durante i pasti oppure utilizzato per cucinare.

Come preparare il succo verde

Gli ingredienti per la preparazione del succo verde sono i seguenti:

  • 75 g di cavolo riccio
  • 30 g di rucola
  • 5 g di prezzemolo
  • 150 g di sedano verde con le foglie
  • 1/2 mela verde
  • succo di 1/2 limone
  • 1/2 cucchiaino raso di tè matcha

Per quanto riguarda la preparazione:

  1. Centrifugare cavolo riccio, rucola e prezzemolo
  2. Aggiungere sedano e mela, grattugiati in precedenza
  3. Condire con mezzo limone spremuto e mezzo cucchiaino di tè matcha.

Il succo verde non va conservato in frigo ma bevuto appena pronto per riuscire a sfruttarne in modo totale gli effetti benefici delle verdure.

Dieta Sirt: come funziona

La dieta Sirt prevede due diverse fasi:

Prima fase

La prima fase dura 7 giorni ed è la fase del dimagrimento vero e proprio: nei primi tre giorni è permessa l’assunzione di massimo mille calorie al giorno (esempio: tre succhi verdi e un pasto solido, il tutto a base di cibi Sirt) mentre nei restanti quattro giorni le calorie quotidiane saliranno a 1500 (due succhi verdi e 2 pasti solidi). Alla fine di questa prima fase settimanale in media si riescono a perdere 3, 2 kg.

Seconda fase

La seconda fase dura 14 giorni ed è la fase di mantenimento: prevede il consumo di tre pasti quotidiani ricchi di alimenti Sirt e di un succo verde.

Dieta Sirt: i vantaggi

  • Basta digiuni: la dieta Sirt infatti è un regime alimentare volto a includere cibi più che a escluderli.
  • Basta sacrifici in palestra: i cibi Sirt, combinati tra loro, riescono a simulare gli effetti di digiuno/allenamento in maniera efficace e senza troppi sforzi.
  • Regola lo stimolo dell’appetito: i “cibi Sirt” aiutano a controllare l’appetito del cervello e quindi riescono a scongiurare i momenti di depressione e di cattivo umore, tipici di chi è intento a perdere peso.
  • Nessun prodotto chimico: nono è prevista l’assunzione di integratori o pillola sintetiche, risparmiando così sia di salute che per quanto riguarda le spese economiche.
  • Facilità nella messa in pratica: proprio per la varietà e l’abbondanza di alimenti da essa previsti la dieta Sirt più facile da accettare mentalmente rispetto ad altri regimi alimentari dimagranti e quindi anche da mettere in pratica.

Dieta Sirt: le testimonianze (dal sito ufficiale)

La cantante Adele ha perso 30 kg in 12 mesi. Il segreto? La dieta Sirt. A svelarlo sono i media internazionali, come il Daily Mail e il New York Post. Elle.it scrive: se pensate che la dieta Sirt sia una dieta “affamante” potete stare tranquilli Adele ne è la prova vivente, vista la splendida forma in cui si è presentata a Verona all’appuntamento con i suoi fan. Parliamo, infatti, di una dieta che lascia spazio sia al formaggio quanto al vino rosso, nelle giuste proporzioni, s’intende…
Elle.it

«Sappiamo tutti che mangiare può essere costoso. Il bello dei cibi Sirt è che molti di essi sono già sulla nostra tavola ogni giorno. Sono accessibili e possono essere introdotti facilmente nella nostra alimentazione.»
Lorraine Pascale, ex topo model e chef

«I cibi Sirt sono stati una rivelazione nella mia alimentazione. Introdurli mi ha permesso di raggiungere una composizione corporea e un benessere precedentemente inimmaginabili, e di preparare il mio ritorno sul ring dopo un grave infortunio alla spalla. Se qualcuno mi chiede la mia regola numero uno per essere in forma, la mia risposta è adottare la dieta Sirt.»
David Haye, ex campione di pesi massimi

A chiunque volesse provare la dieta Sirt o semplicemente approfondire l’argomento consigliamo la lettura del libro scritto dai due nutrizionisti inglesi, Aidan Goggins e Glen Matten, all’interno del quale è possibile trovare in maniera dettagliata le modalità per mettere in pratica questo innovativo regime alimentare oltre che moltissime ricette basate sugli alimenti Sirt.

Aidan Goggins, Glen Matten and NON FICTION TRE60
EUR 14,90
EUR 2,24
Prezzo: EUR 12,66
Acquista su Amazon
Condividi l'articolo

* Le informazioni contenute in questo sito web sono a scopo informativo. In nessun caso possono sotituire la diagnosi di uno specialista o la prescrizione del medico. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.
N.B. I risultati possono variare da persona a persona e non sono garantiti.

 

Annunci sponsorizzati

Scrivi tu il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*