Gli ortaggi

ortaggi

Gli ortaggi sono alimenti di origine vegetale il cui nome significa “prodotti dell’orto“. In questa categoria possiamo racchiudere tutti i frutti, fiori, semi, foglie, fusti, radici, tuberi e bulbi che è possibile coltivare in un orto, a livello casalingo.

Ortaggi: quali sono?

Qui di seguito sono elencate le categorie di ortaggi maggiormente conosciute e diffuse a livello commerciale:

  • Ortaggi a frutto: le bacche, i pomodori, le zucchine, le melanzane, i cetrioli, le zucche e i peperoni
  • Ortaggi a fiore: carciofo, cavolfiore, broccolo, asparago, fiore di zucca e simili
  • Ortaggi a seme: i legumi
  • Ortaggi a foglia: lattughe, radicchio, rucola, valeriana, borragine, spinacio, catalogna, cavolo, bietola, cicoria, tarassaco e simili
  • Ortaggi a fusto: sedano, finocchio, cardo e simili
  • Ortaggi a tubero: patata, topinambur e simili
  • Ortaggi a bulbo: aglio, cipolla, scalogno, porro e simili

Ortaggi: principi nutritivi e proprietà

Le caratteristiche e le proprietà comuni a tutti i tipi di ortaggio sono:

  • Acqua
  • Fibra alimentare
  • Carboidrati: sia semplici (fruttosio) che complessi (amido)
  • Proteine: a medio valore biologico per i legumi, basso per tutti gli altri ortaggi
  • Acidi grassi di tipo insaturo: monoinsaturi e polinsaturi non essenziali e polinsaturi essenziali
  • Antiossidanti e altre molecole utili: molecole che ostacolano l’assorbimento del colesterolo e altre molecole che aiutano il metabolismo e fungono da antiossidanti
  • Vitamine: soprattutto vitamina A e C ed acido folico
  • Sali minerali: soprattutto potassio e magnesio; in quantità minori anche ferro e calcio .

Ortaggi e verdure commerciali: le differenze

Le differenze tra ortaggi e verdure commerciali si riferiscono a due diversi aspetti e, nello specifico:

  • Tecnica di produzione: gli ortaggi si caratterizzano per il diserbo e la potatura manuale, l’utilizzo di concimi naturali come il letame, il rispetto della stagionalità, il rispetto della maturazione. Tutti fattori che mancano nelle verdure di produzione industriale e che vanno ad influire positivamente sulla qualità e la capacita nutrizionale degli alimenti.
  • Durata della filiera commerciale: l’ortaggio fresco, raccolto e mangiato, presenterà una qualità migliore rispetto alle verdure commerciali in quanto queste ultime subiscono molti processi industriali prima di arrivare sulle nostre tavole.

Per chiunque voglia cimentarsi con la coltivazione in casa degli ortaggi consigliamo la lettura del seguente manuale:

Annunci sponsorizzati