La dieta liquida

dieta liquida

La dieta liquida è un regime alimentare per mezzo del quale si riesce a perdere peso in poco tempo ma, proprio per questa sua drasticità, deve essere messa in atto per periodi di tempo brevi e soprattutto sotto stretto controllo medico: una dieta alimentare cosi privativa infatti può causare danni sia fisici che morali, se non fatta con le dovute accortezze.

Cos’è?

La dieta liquida è una dieta purificante nella quale è prevista l’assunzione di soli alimenti liquidi allo scopo di purificare l’organismo, aiutare la circolazione e contrastare la ritenzione idrica. Di solito si tratta di un regime alimentare usato dopo le feste oppure prima dell’estate, per rimettersi in forma, ma è utilizzata anche come dieta per recuperare energia ed efficienza fisica dopo un’operazione chirurgica.

Come funziona?

In pratica bisogna assumere, durante il giorno, soltanto cibi liquidi (frullati, spremute, passati di verdura e centrifugati e naturalmente acqua) con una frequenza maggiore rispetto a quanto si fa di solito per i pasti solidi. Si tratta di una dieta molto ipocalorica e per questo viene utilizzata solo per brevi periodi (massimo tre giorni). Con questa dieta in tre giorni si riescono a perdere fino a 3 kg.

Vari tipi di dieta liquida

La dieta liquida può essere messa in pratica in diversi modi. Andiamoli ad analizzare:

  • Dieta liquida fruttariana e vegetariana: prevede l’assunzione soltanto di acqua, centrifugati di verdure, frullati, spremute o succhi di frutta. È indicata per disintossicare l’organismo e può essere messa in atto per un periodo massimo di una settimana. È molto efficacie per riattivare il metabolismo ma, non essendo equilibrata, prevede l’uso di integratori alimentari.
  • Dieta liquida fredda: viene utilizzata nei periodi di convalescenza post operatoria adatta soprattutto a chi ha subito interventi che interessano il cavo orale (tonsille o anche delle estrazioni dentali). E’ prevista l’assunzione di alimenti liquidi ma freddi (gelati, yogurt, frullati) con lo scopo di aiutare la cicatrizzazione. La durata varia in base al tipo di intervento.
  • Dieta liquida ipocalorica: da fare sotto stretto controllo medico, è adatta soprattutto per chi deve perdere molto peso prima di un intervento. La durata viene stabilità dal medico in base alle condizioni specifiche di ogni paziente.
  • Dieta liquida ipercalorica: utilizzata in caso di disturbi alimentari come l’anoressia o di pazienti non in grado di nutrirsi autonomamente e che quindi devono essere alimentati tramite un sondino. La sua durata è stabilita dal medico curante.

Alimenti nella dieta liquida

A seconda dello scopo che si vuole raggiungere, la dieta liquida (o semiliquida) prevede l’assunzione di diversi alimenti. Andiamo ad analizzare i tre casi principali:

  • Disintossicante: prevede l’assunzione di centrifugati di verdura e frullati di frutta e latte, il tutto dolcificabile, tramite l’utilizzo di miele o zucchero, oppure condito con olio di oliva, limone o aceto di mele (per quanto riguarda i centrifugati). E’ consentito ovviamente bere acqua e tisane e mangiare il gelato. Gli alimenti proibiti sono quelli che incentivano la ritenzione idrica (dadi per brodo vegetale e sale). Può avere una durata massima di 3 giorni.
  • Di mantenimento: in questo caso si parla di dieta semi-liquida nella quale sono previsti gli stessi alimenti della dieta liquida ma con l’aggiunta di proteine (bresaola, carni magre o pesce). É possibile inoltre mangiare anche legumi e cereali integrali. La sua durata è di massimo 5 giorni e solitamente viene utilizzata per riabituare il nostro organismo a mangiare, dopo una dieta liquida disintossicante.
  • Post-operatoria: è prevista l’assunzione di latte, yogurt, miele, biscotti, brodo di verdure o di carne e succhi di frutta. Si consiglia di evitare il caffè e il the, in quanto sono liquidi irritanti per lo stomaco. La durata viene stabilita dal medico in base alle condizioni del paziente.

Chi deve utilizzare la dieta liquida?

Pur essendo la dieta liquida un regime alimentare capace di farci perdere facilmente i chili in eccesso, non si dovrebbe adottarla con il solo scopo di perdere peso (da preferire altri tipi di diete meno restrittivi) in quanto non è equilibrata e non soddisfa interamente la richiesta di nutrienti da parte del nostro organismo.
I casi in cui la dieta liquida risulta essere davvero efficace sono quelli legati ad interventi medici e nello specifico:

  • Bendaggio gastrico: il bendaggio gastrico è un particolare intervento chirurgico che riguarda i grandi obesi, nel quale si restringe lo stomaco con lo scopo di ingerire minori quantità di cibo e contrastare così l’obesità. In questo caso è consigliata una dieta liquida in quanto bisogna far riabituare lo stomaco a ricevere nutrienti. Ha una durata di circa 4 settimane.
  • Patologie intestinali: è consigliata per contrastare patologie intestinali come diverticolite del colon o in caso di stipsi o per preparare il corpo ad un esame gastrico.
  • Interventi chirurgici: adottata nel post operatorio, come già descritto, ma anche nel periodo pre operatorio per prepararsi all’intervento chirurgico.
  • Dentizione: adatta a chi ha problemi dentali, di qualsiasi genere (per esempio: estrazione di un dente o la presenza di apparecchio dentale, nascita dei denti del giudizio) con lo scopo di evitare i problemi dovuti alla masticazione.
Marcello Mandatori, Annalisa Bettin, Beatrice Savioli and MEDICINA NATURALE
EUR 24,90
EUR 3,74
Prezzo: EUR 21,16
Acquista su Amazon

Controindicazioni

Non esistono controindicazioni particolari per quanto riguarda la dieta liquida ma, prima di essere messa in atto, necessita di una consulenza medica, atta a stabilirne tempi e modi, in maniera da non mettere a rischio la salute del paziente a causa della rigidità di questo regime alimentare.

Condividi l'articolo

* Le informazioni contenute in questo sito web sono a scopo informativo. In nessun caso possono sotituire la diagnosi di uno specialista o la prescrizione del medico. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.
N.B. I risultati possono variare da persona a persona e non sono garantiti.

 

Annunci sponsorizzati

Scrivi tu il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*