I probiotici: cosa sono e come utilizzarli

probiotici

I probiotici, o fermenti lattici vivi, sono il tipo di integratore più utilizzato e venduto nel mondo. La parola “probiotico”, composta dal termine latino “pro” (a favore di) e da quello greco biotikos (della vita), significa letteralmente “a favore della vita”: il probiotico è un microrganismo vivente (già presente nell’intestino crasso) che riesce a rafforzare la flora batterica e a riequilibrare l’equilibrio intestinale. Per riuscirci i probiotici agiscono sul colon, migliorandone le funzionalità (stimolano la produzione di vitamine utili a contrastare la proliferazione dei batteri intestinali).

Physis Advanced probiotici (30 capsule) | 50 miliardi di CFU vivi probiotico senza latticini |...
  • GRADO PROFESSIONALE E SVILUPPATO DA ESPERTI - Le nostre capsule di probiotici personalizzati leader del...
  • SOLLIEVO DEL MOVIMENTO INTESTINALE E SALUTE IMMUNITARIA: Sapevi che il tuo intestino ospita il 70% del tuo...
  • POTENZA FINO ALLA DATA DI SCADENZA - Con il nostro supplemento, riceverete 50 miliardi di CFU. Non è...

Caratteristiche necessarie di un probiotico

Un probiotico deve necessariamente:

  • Avere compatibilità con l’intestino
  • Essere resistente ai succhi gastrici e all’acidità di stomaco
  • Non avere effetti collaterali
  • Essere vivo e vitale

Comunemente i probiotici vengono suddivisi in due grandi insiemi:

  • Lacrobacillus casei e Lacrobacillus acidophilusì (presenti nei formaggi)
  • Bifidobacterium lactis, L. delbrueckii bulgaricus, Streptococcus thermophilus (presenti nello yogurt)

Quali sono i probiotici più comuni in commercio?

  • Lactobacillus Acidophilus: riequilibra la flora intestinale, stimola la digestione, aiuta l’assorbimento dei principi nutritivi, combatte gonfiore e meteorismo. Sono necessari per la digestione dei latticini, per il controllo dei livelli di colesterolo e per l’assimilazione delle vitamine B.
  • Lactobacillus Bulgaricus: utile in caso di infezioni di vario tipo, specialmente per quanto riguarda i disturbi della pelle in quanto sono in grado di produrre un antibiotico naturale, il bulcarican, e contrastare così i batteri patogeni.
  • Lactobacillus Rhamnosus: produce acido lattico all’interno dell’intestino, è indicato in caso di enterocolite acuta.
    Bifidobacterium Bifidum: favorisce l’assorbimento delle vitamine del gruppo B e del calcio.
  • Lactobacillus casei: utile per combattere la diarrea, la stitichezza, il meteorismo e il gonfiore addominale.
  • Esistono inoltre dei prodotti per la pulizia del colon contenenti probiotici.

Benefici dei probiotici

La funzione più importante dei probiotici è quella di riequilibrare la flora intestinale ma oltre a questa essi apportano molti altri benefici al nostro organismo e , nello specifico:

  • Stitichezza: aiutano a combattere stitichezza (leggi anche l’articolo sull’Aloe Ferox per la stitichezza) e diarrea
  • Sistema immunitario: rafforzano le difese immunitarie, favorendo la riproduzione dei microrganismi utili alla nostra salute, già presenti nel nostro organismo
  • Colesterolo: diminuiscono l’assorbimento di colesterolo a livello intestinale
  • Vomito: riescono ad alleviare il senso nausea e di vomito
  • Proprietà antinfiammatorie: vengono utilizzati per curare le infiammazioni intestinali (colite, diverticoli e morbo di Chron)
  • Metabolismo cellulare: favoriscono l’assorbimento dei sali minerali.
PROBIOTICI | 80 Miliardi di Ceppi Batterici con 5,7 Miliardi di UFC al Giorno | Per Candida,...
  • FERMENTI LATTICI COME ALLEATI: Nutrimea formula efficacemente e con dedizione la sua formula di fermenti...
  • PROMUOVERE LA QUALITÀ SOPRA LA QUANTITÀ: prendersi cura della propria salute non dovrebbe essere una corsa...
  • COMFORT DIGESTIVO: I fermenti lattici Actibior svolgono un'azione completa e duratura sul sistema digerente...

La carenza di probiotici

In assenza di probiotici, la mucosa gastrointestinale tende a diventare molto più permeabile del normale portando all’alterazione della flora batterica intestinale (disbiosi) che, se perdura nel tempo può causare disturbi anche al di fuori dell’intestino (risposta immunitaria alterata e infezioni urinarie o vaginali).
I disturbi correlati alla all’alterazione della flora batterica intestinale possono essere:

  • Infezioni che perdurano nel tempo
  • Emicranie e nevralgie
  • Dermatiti
  • Cistiti
  • Stitichezza
  • Nervosismo e irritabilità
  • Patologie autoimmuni
  • Allergie

Quando prendere i probiotici e in che quantità?

Ci sono alcune situazioni in cui si usa assumere i probiotici, sia a scopo preventivo che terapeutico, andiamole ad analizzare:

  • Prima di un viaggio in un paese straniero con diverse abitudini alimentari per prevenire diarrea o stitichezza.
  • In presenza di infezioni ricorrenti alle vie urinarie in quanto i fermenti lattici rafforzano le difese immunitarie aiutando così a curare le infezioni.
  • Per contrastare sintomi come pancia gonfia, dolore addominale, meteorismo (sindrome da colon irritabile).
  • Dopo le cure di antibiotici per riequilibrare la flora batterica.
  • Durante a gravidanza per contrastare gli eventuali disturbi gastrointestinali dovuti agli sbalzi ormonali

Limiti massimi di durata per l’assunzione di fermenti lattici non esistono ed esistono addirittura persone che li assumono tutti i giorni a scopo preventivo.

Norme da seguire

Ci sono alcune buone norme da seguire per ottimizzare l’azione benefica dei probiotici sul nostro organismo:

  • Prenderli a stomaco vuoto per fare in modo che raggiungano il colon indenni, non intaccati dagli acidi della digestione, presenti quando lo stomaco è pieno.
  • La durata minima di una cura di probiotici deve essere di almeno 4 settimane per dare il tempo necessario alla proliferazione dei batteri.
  • Scegliere prodotti che contengono il numero più alto possibile di fermenti lattici vivi.
  • Non assumerli con pietanze o bevande calde perchè morirebbero

Come acquistare i fermenti lattici vivi?

I fermenti lattici vivi sono presenti in moltissimi prodotti comunemente in commercio ma, per sfruttarne al massimo le potenzialità, occorre acquistare i prodotti che contengono il maggior numero di specie batteriche tra quelle presenti nel nostro intestino.

Si possono trovare sottoforna di:

  • Fiale oro-solubili
  • Gocce (per i più piccoli)
  • Liofilizzati in bustine
  • Capsule o compresse
  • All’interno di prodotti alimentari (yougurt e formaggi).

È possibile acquistarli in farmacia, oppure online (con delle ottime offerte) anche su amazon.

Come conservare i probiotici

I fermenti lattici vivi devono essere conservati necessariamente in frigo, ad una temperatura compresa tra i 2 e i 10°C, in modo da permettere ai batteri di restare vivi e vitali.

Controindicazioni

Non risultano controindicazioni di nessun tipo, nemmeno durante la gravidanza o l’allattamento.

* Le informazioni contenute in questo sito web sono a scopo informativo. In nessun caso possono sotituire la diagnosi di uno specialista o la prescrizione del medico. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo. N.B. I risultati possono variare da persona a persona e non sono garantiti. Il sito web non effettua una vendita diretta, fornisce solo i link alle pagine di acquisto dei prodotti descritti, tali pagine sono gestite da soggetti terzi.
* Il sito non raccoglie alcun dato personale degli utenti. Tutte le pagine ed i moduli collegati a questo sito web sono gestiti da soggetti terzi. Per maggiori informazioni consultare le informative privacy delle pagine di destinazione.

Annunci sponsorizzati