La menta: proprietà e utilizzi

La menta

La menta è una pianta facente parte della famiglia delle Labiate che, oltre ad essere una spezia molto utilizzata nelle cucine, presenta tantissime proprietà curative che la rendono un elemento fondamentale per quanto riguarda la cura del corpo e la cosmetica.

È un erba molto profumata ed è una delle piante che comprende la maggior parte di varietà, ben 600, in quanto tende a incrociarsi in modo spotaneo con altre specie.

La menta è originaria del continente europeo ma è coltivata in tutto il mondo e la si può trovare anche allo stato selvatico.

Composizione della menta

I componenti essenziali della menta sono i seguenti:

  • Mentolo;
  • Minerali: potassio, calcio, magnesio, fosforo e ferro, rame, manganese, sodio;
  • Olio essenziale: ricco di mentolo e mentone;
  • Enzimi: ossidasi e perossidasi;
  • Fibre;
  • Proteine;
  • Vitamine: A, B, e D ma soprattutto C;
  • Aminoacidi: arginina, acido aspartico, acido gluttamico, alanina, leucina, glicina, prolina, serina e valina;
  • Acidi: fenolico e caffainico;
  • Flavonoidi;
  • Tannini;

Proprietà terapeutiche della menta

Tra le tante varietà di menta, la più utilizzata dall’uomo è la menta piperita in quanto presenta dosi di mentolo (il principio attivo) molto maggiori rispetto a tutte le altre qualità della pianta.

Andiamo ad analizzare le proprietà della menta piperità:

  • Proprietà anestetiche: la menta, grazie alla sua azione sui vasi sanguigni, ha un’azione anestetica localizzata alla zona di applicazione.
  • Proprietà analgesiche: ottimo rimedio contro mal di testa, in quanto distende i nervi. Oltre ad eliminare il dolore di testa ha un effetto positivo anche sugli effetti collaterali dell’emicrania come nausea, vomito e intolleranza alla luce e ai rumori.
  • Proprietà antibatteriche: grazie all’azione dei polifenoli, in essa contenuti, la menta presenta un azione antisettica e antibatterica.
  • Proprietà balsamiche: viene utilizzata infatti per curare l’apparato respiratorio da fastidi stagionali come raffreddore, febbre e tosse.

Inoltre:

  • Scioglie i calcoli: la menta è efficace nella dissoluzione di calcoli nella cistifellea.
  • Aiuta l’intestino: la menta contrasta la prouzione dei gas intestinali.
  • Cura la pelle: in cosmesi la menta ha un’azione rinfrescante, tonica e purificante.
  • In cucina: la menta, grazie alle sue significative proprietà aromatiche, viene usata per la produzione di bevande, liquori e prodotti dolciari.
  • Combatte l’alitosi: molto utile nei casi di alito cattivo.
  • In farmacologia: largamente utilizzata come aromatizzante per collutori, dentifrici e tisane.

Come utilizzare la menta?

Le parti della menta che si utilizzano sono due: le foglie e l’olio essenziale e può essere trovata sotto forma di estratti freschi o secchi, olio essenziale, polvere e tintura madre.

Naissance Olio Essenziale di Menta 50ml - Puro, Naturale, Cruelty Free, Vegan e Non Diluito - Usato...
101 Recensioni
Naissance Olio Essenziale di Menta 50ml - Puro, Naturale, Cruelty Free, Vegan e Non Diluito - Usato...
  • Vaporizzatelo a casa vostra per profumare la vostra abitazione, mascherare gli odori e trarne i benefici...
  • Rinfrescante e rilassante.
  • Si combina bene con lavanda, limone e rosmarino.

Può essere utilizzata nei seguenti modi:

  • Tisana di menta: grazie al suo contenuto di mentolo la tisana di menta risulta fortemente digestiva, combatte l’alitosi e la nausea, rilassa l’intestino, stimola la secrezione della bile e cura le influenze. In dosi eccessive può provocare insonnia.
  • Massaggio tonificante: a base di olio essenziale diluito con olio vegetale, da fare sul petto in caso di raffreddore, oppure sulle tempie e sulla nuca per combattere lo stress. Non adatto alla pelle dei bambini.
  • In caso di punture di insetti: massaggiando la zona interessata con 1/2 gocce di olio essenziale si alleviano i sitomi delle punture di insetto.
  • Per allontanare gli insetti: schiacciando le foglie di menta e poi passandole sulla pelle si riesce ad ottenere un effetto repellente per mosche e zanzare.
  • Collutorio alla menta: può essere preparato lasciando in infusione le foglie di menta essiccate, è rinfrescante e antibatterico.

La menta in cucina

In cucina la menta viene utilizzata, sia fresca che secca, soprattutto per sfruttarne le sue proprietà aromatiche, specie nella preparazione di salse e sciroppi. Inoltre si usa insieme ad insalate, verdure, cereali e legumi e per insaporire i secondi piatti ed i dolci.

La menta è molto utilizzata nell’industria liquoristica in quanto favorisce la digestione, prerogativa di molti liquori, soprattutto degli amari.

La menta in aromaterapia

In aromaterapia la menta è utilizzata come tonificante per quanto riguarda il sistema nervoso, l’apparato digerente, il fegato, l’intestino, per ridurre gli spasmi e per contrastare i gas intestinali. Utilizzata come aroma, inoltre, è un ottimo espettorante, analgesico e antibatterico.

L’aroma di menta si utilizza infine in caso di cattiva digestione, nausea, diarrea, raffreddore, influenze stagionali, acne, dolore di denti e mal di testa.

Controindicazioni

Si consiglia di non assumerla nelle ore serali in quanto potrebbe portare a stati di insonnia e in contemporanea a trattamenti a base di cure omeopatiche. Va evitata nelle persone che soffrono di patologie legate a fegato e reni.
Dosi troppo elevate inoltre possono avere effetti collaterali sul sistema nervoso.

** Le notizie riportate in questa pagina sono informative e non sostituiscono in alcun modo l'opinione degli esperti. I risultati possono variare secondo le particolarità di ciascun organismo.

Annunci sponsorizzati